Caricamento Eventi

« Tutti gli Eventi

  • Questo evento è passato.

Cripple Bastards+Schizo: live at Afrobar

aprile 27 @ 22:00 - aprile 28 @ 2:00

Catania Tattoo Convention organizza insieme ad Afrobar OfficialPage una serata di #BrutalCore imperdibile con dei veri mostri sacri della scena per proseguire la serata di sabato 27 aprile insieme, in un weekend pieno d’inchiostro e musica!

Cripple Bastards

Il gruppo nasce ad Asti, nel 1988, come duo batteria/voce e chitarra formato da Giulio “The Bastard” (allora quattordicenne) e Alberto “The Crippler” (diciassettenne) sulle ceneri di precedenti progetti thrash metal e hardcore che non rispecchiavano del tutto i loro gusti. L’intenzione di base dei primi Cripple Bastards era quella di creare un anello di congiunzione tra l’impatto e il nichilismo del primo hardcore punk italiano (Cheetah Chrome Motherfuckers, Negazione, Wretched, Indigesti, Raw Power e altri) e il nuovo estremismo sonoro proposto da band su etichette come Children of Revolution, Selfish Records, Earache Records, Peaceville Records e Manic Ears Records che stavano prendendo piede in quegli anni[3]. Questo crossover di influenze unito in seguito anche al minimalismo noisecore di Seven Minutes Of Nausea, Sore Throat, Anal Cunt, ai testi ermetici e brevissimi scritti da Giulio “The Bastards” dà vita ad uno stile molto personale su cui i Cripple Bastards iniziano ad evolversi attraverso svariati demo e split album in musicassetta.
Alla formazione a due, attiva dal 1988 al 1991, si aggiungono gradualmente nuovi elementi (perlopiù batteristi e bassisti) tenendo come costante Giulio “The Bastard” alla voce e Alberto “The Crippler” alla chitarra. A livello discografico, i Cripple Bastards dei primi anni realizzano cinque demotape sull’etichetta di Giulio Baldizzone (E.U. ’91 Serbian League) e una serie interminabile di EP, singoli e split su etichette do it yourself sparse per il mondo. In questo modo il nome della band inizia a circolare nel settore creando un background di fan in moltissimi paesi, fino ad arrivare a essere vista come una vera e propria cult band nel genere[2]. Nel 1996 viene pubblicato, dalla E.U. ’91 Serbian League, il primo album in studio del gruppo, Your Lies in Check. Nel 1999 con la dipartita di Alberto “The Crippler” da ogni attività musicale, il gruppo arriva alla sua formazione più stabile e longeva, rimasta inalterata fino al 2014, anno in cui Matteo “Al” Mazzotti lascia la band. La formazione vedeva Giulio “The Bastard” Baldizzone alla voce, Andrea Schintu “The Wretched” al basso, Der Kommissar alla chitarra e Matteo “Al” Mazzotti alla batteria.
2000-2007: Da Misantropo a senso unico a Blackmails and assholism[modifica | modifica wikitesto]
Il 13 ottobre 2000 esce Misantropo a senso unico, il secondo full-length dei Cripple Bastards[3]. È pubblicato in Europa dall’etichetta di Giulio the Bastard, negli Stati Uniti dalla Deaf American Recordings e in Brasile da Peculio Discos. Il disco è registrato agli Acqualuce Studios di Alpignano.
Il terzo album della band, Desperately insensitive, è registrato agli studi Nadir di Genova da Tommy Talamanca (chitarrista dei Sadist) e viene pubblicato dalla Necropolis Recordsnegli USA e dalla Century Media Records in Europa. Nell’arco di 3 anni l’album viene ristampato svariate volte sia in CD da Peculio Discos, E.U. ’91 Serbian League e Obscene Productions (sia per l’Europa che per l’Asia) che in vinile dalla Deep Six e dalla Massacro Records (per Stati Uniti e Italia), fino a raggiungere le 11.000 copie vendute.
I Cripple Bastards iniziano ad esibirsi dal vivo a partire dal 1992. Suonano in concerto in giro per il mondo partecipando a festival underground di rilievo come ben 6 edizioni dell’Obscene Extreme in Repubblica Ceca, 2 volte al Maryland Deathfest negli USA, il Fuck the Commerce in Germania, il Brutal Assault in Repubblica Ceca, il Neurotic Death Fest nei Paesi Bassi e altri. Sono protagonisti di tre tour, in Europa nel 1997, 1998 e 2000, nella east coast degli Stati Uniti nel 2002 e nella west coast nel 2003. I CB condividono spesso il palco con nomi storici sia del metal estremo che dell’hardcore, su tutti Napalm Death, Dismember, Suffocation, Brujeria, Pungent Stench, Brutal Truth, Nasum, Rotten Sound, Ratos de Porão, Extreme Noise Terror, Doom, Varukers, Chaos UK e moltissimi altri.
Dopo aver realizzato uno split con gli Eyehategod su Southern Lord Records e uno con i Sublime Cadaveric Decomposition su Relapse Records, i CB festeggiano il loro ventennale con l’uscita del doppio DVD antologico Blackmails and assholism nell’ottobre 2007, pubblicato dalla Obscene Productions, che ripercorre con impronta documentaristica la loro storia anno per anno, alternando interviste a clip e materiale live.
2008-2014: Da Variante alla morte a Nero in metastasi[modifica | modifica wikitesto]
Nel 2008 i Cripple Bastards firmano per la FETO Records, l’etichetta inglese gestita da Shane Embury dei Napalm Death e Mick Kenney degli Anaal Nathrakh. Danno così alla luce il loro quarto album, Variante alla morte, contenente 24 brani grind interamente cantati in italiano e caratterizzato da una produzione in stile “Gothenburg sound” realizzata allo Studio Fredman in Svezia da Fredrik Nordström già produttore di At the Gates, Dimmu Borgir, In Flames, Arch Enemy e Hammerfall. L’album è stampato anche in vinile da Deep Six Records, per l’edizione americana, e da Power It Up, per l’edizione europea, in doppio LP contenente come tracce extra dei remix curati da Merzbow, Kumo, Wertham e da Lou Chano del TruceKlan con la partecipazione di Noyz Narcos e Duke Montana.
Il gruppo collabora col TruceKlan anche nel loro album Ministero dell’inferno, del marzo 2008, nella traccia Regresso Tumorale. Nel 2010 la SelfMadeGod Records Polacca pubblica la raccolta “Age of vandalism” composta da 4 CD digipack contenente un’antologia completa dei primissimi demotapes registrati dal 1987 al 1993, per un totale di 1036 canzoni, molte delle quali sotto i 10 secondi. In seguito la band pubblica l’album di cover “Frammenti di vita” stampato in CD da F.O.A.D. Records / T.V.O.R. e in vinile dalla Deep Six Records, quest’ultimo con l’aggiunta di un EP bonus. Nel marzo del 2010 la band firma per la Relapse Records USA che nel 2012 pubblica il singolo “Senza impronte” e successivamente il sesto album intitolato “Nero in metastasi” (2014)[3] seguito da tour in Brasile, Giappone, Australia, Messico e Stati Uniti.
Il 9 novembre 2018 la band rilascia la loro settima opera La Fine Cresce da Dentro.
Formazione:
Giulio The Bastard – Vocals
Schintu The Wretched – Bass
Der Kommissar – Guitar
Raphael Saini – Drums

Schizo ( official )

Nati nel maggio del 1984 e ispirati da band quali Venom, Discharge e Hellhammer, gli Schizo posso essere considerati una delle realtà più rispettate nel circuito underground internazionale di musica estrema.
Precursori in Italia, con Necrodeath e Bulldozer, di certe sonorità dedite alla violenza sonora, gli Schizo arrivano allo status di “cult band” grazie al loro “Main Frame Collapse” (Crime records, 1989), nel quale proprio lo storico cantante dei liguri Necrodeath Ingo presterà la propria voce, contribuendo alla realizzazione di uno dei dischi fondamentali dell’extreme metal italiano. Dopo il debut album (annoverato da tanti artisti internazionali del genere come fonte di ispirazione) e il successivo progetto con la band genovese dal titolo Mondocane “Project one”, gli Schizo continuano per alcuni anni orfani del chitarrista, fondatore e compositore S.B.Reder.
Questi ritorna nelle fila della band solo nel 2006, insieme al cantane Nico Accurso, al batterista Dario Casabona e al bassista co-fondatore Alberto Penzin che lascerà la band dopo il come-back ufficiale dal titolo “Cicatriz Black” (Scarlet records, 2007), al quale seguirà nel 2010 “Hallucination Cramps”, sempre su Scarlet records.
Nel 2015 gli Schizo registrano ai New Sound Studio di Zurigo con il noto produttore e chitarrista dei Coroner Tommy Vetterli che sarà presente in veste di ospite speciale sull’album “Rotten Spiral” (2016, Punishement records), salutato in termini enfaticamente positivi dalla maggioranza della stampa internazionale.
Attualmente gli Schizo sono in fase di composizione del nuovo album che sarà registrato all’inizio del 2019.

Line up:

Niko Accurso – Vox
S.B.Reder – Guitar
Dario Casabona – Drums
Francesco Bauso – Guitar
Frank Tudisco – Bass

Nerobove

I Nerobove nascono come See You Leather nel 2011 per mano di Salvatore Leonardi, Francesco Paladino e Liliana Teobaldi. Un anno dopo si aggiunge Luca Longo e i quattro non si mollano più. Da quindicenni che vogliono fare rumore crescono, si evolvono, e diventano ventenni che vogliono fare rumore. Nel 2018 rinascono come Nerobove.
Con il moniker See You Leather la band ha all’attivo un singolo (“A Rage To Satisfy”, 2013) e l’EP d’esordio Back To Aleph (2015), autoprodotto e pubblicato in digitale, ben accolto dalla critica di settore. Nel frattempo si dà da fare con decine di concerti sui palchi più disparati e sconnessi della Sicilia.
Il primo full length dei Nerobove , dal titolo Monuments to Our Failure, è uscito il 9 giugno 2018.

Dettagli

Inizio:
aprile 27 @ 22:00
Fine:
aprile 28 @ 2:00
Categoria Evento:

Luogo

Afrobar OfficialPage
viale Presidente Kennedy 47, 95121
Catania, Italia
+ Google Maps